Il locandiere consiglia – storie di supereroi fuori dagli schemi

Salve Viandanti, bentornati nella mia locanda!

Dopo aver pubblicato l’articolo “Il supereroe che ci meritiamo“, parlando con alcuni amici mi sono reso conto che ci sono alcuni titoli riguardante questo genere narrativo che ne rompono effettivamente gli standard, dando vita a storie che meriterebbero più visibilità di quanta non ne abbiano ottenuta nel tempo.

Ho quindi deciso che sarebbe stato interessante provare a ripercorrere la mia personale esperienza buttando giù una lista, senza seguire un ordine preciso, in cui provo a consigliare qualche titolo che mi ha particolarmente colpito, vuoi per l’originalità, vuoi perché semplicemente mi ha divertito o emozionato, ma che è purtroppo passato un po’ in sordina.

Eccomi quindi con un contenuto un po’ diverso dal solito, una condivisione di esperienze invece che di una riflessione; una piccola aggiunta che penso possa divertire me, creare un confronto con voi e magari dare visibilità a opere che meritano più risalto di quanto non gli sia stato dato.

La lista non è una classifica e, seguendo la mia linea di pensiero sul non avere limiti di media narrativi, inserirò opere appartenenti a qualsiasi settore: film, libri e videogiochi. Inoltre non menzionerò titoli particolarmente famosi, o che comunque sono già riconosciuti per il loro valore nel genere (non ci saranno ad esempio Il cavaliere oscuro o Watchmen, nonostante siano per me i punti più alti del genere supereroistico).

Diamo quindi il via a questa carrellata!

il locandiere consiglia - Chronicle

  • CHRONICLE – Film

Chronicle è un piccolo gioiello del genere supereroistico, ma purtroppo ha pagato il prezzo di essere un film a basso budget, girato tutto in Found footage (stile documentario, alla Cloverfield o alla Project X per intenderci), uscito nello stesso anno del primo The Avengers e dell’ultimo capitolo della trilogia del Batman di Nolan; gli sarebbe stato impossibile emergere con questi presupposti. Eppure si tratta di un’opera originale e che tratta la figura del supereroe in maniera inconsueta e con una delicatezza incredibile.

La trama è semplice: Tre ragazzi molto diversi tra loro si ritrovano, per una serie di eventi, ad avere dei poteri telecinetici. Da quel momento i tre ragazzi iniziano a documentare le loro sperimentazioni con queste nuove doti, e affrontando la vita di tutti i giorni con occhio nuovo. Niente super cattivi o mondo in pericolo da salvare, solo tre ragazzi normalissimi che affrontano i drammi quotidiani della loro esistenza, riscoprendo loro stessi attraverso poteri sovrannaturali. Emotivo, forte e visivamente esaltante.

Si tratta di un film unico nel suo genere, che tuttora, nonostante le centinaia di storie sui supereroi uscite nel frattempo, rappresenta un’eccezione ai canoni comuni che nessuno è riuscito a imitare. La tipica opera che quando finisce ne vorresti ancora, ma proprio in questa sua singolarità trova l’immortalità tra le mie storie preferite sui supereroi.

  • IL CORVO – Film

Ok, direi che Il corvo non è proprio un film passato in sordina, anzi, al tempo godette di un ottimo successo, e tuttora è riconosciuto come un cult del cinema. Si tratta però di un’opera che ormai ha più di 20 anni, e per questo tantissimi dei più giovani (anche della mia generazione) non l’hanno mai visto. La storia è semplice quanto emotivamente potente: Eric Draven, vittima di un brutale omicidio che ha visto coinvolta anche la sua futura sposa, viene riportato in vita da un corvo con poteri mistici, così da poter trovare vendetta e rimettere a posto i conti lasciati in sospeso alla sua morte.

Una colonna sonora da brividi, Brandon Lee che entra nella storia con l’interpretazione che lo portò alla morte, un antagonista che rappresenta appieno il fascino del cattivo, e citazioni che sono divenute leggendarie nel tempo. Se non avete mai visto Il corvo, dovete rimediare!

“Non può piovere per sempre”

Eric Draven

  • THE SPIRIT – Film

Diretto e sceneggiato da Frank Miller, un uomo che nell’ambito dei fumetti è a dir poco una garanzia. Probabilmente nessun altro avrebbe potuto portare sullo schermo una pellicola supereroistica, noir e d’autore con tale maestria.

il locandiere consiglia - The spirit.jpg

Ambientato in una metropoli anni 40/50, questo film è un omaggio ai fumetti di quegli anni, sia nello stile che nella storia: Spirit è un supereroe tipico dei fumetti, che difende la sua città dai piccoli criminali e dalla sua nemesi, Octopus (Interpretato da Samuel L. Jackson). Nulla di nuovo quindi, anzi si può dire che ricalca la scaletta più base base del genere, ma la forza di quest’opera sta nello stile! E non parlo solo di regia e recitazione, ma anche della narrazione: tutto è volutamente sopra le righe come lo erano nei fumetti di quegli anni, dai dialoghi pomposi ai personaggi, con un cattivo affascinante per la sua personalità malata e un eroe donnaiolo che spesso può risultare quasi eccessivamente eroico.

Sicuramente non è un film che piacerà a tutti, ma ha un suo carattere e una sua personalità che non troverete in nessun’altra opera, e questo lo discosta dagli altri dello stesso genere. Provate a dargli una possibilità, e poi saprete dirmi.

  • STEELHEART – Romanzo

Non ci sono molte opere famose sui supereroi nella letteratura, o quantomeno non ne conosco molte io. Tempo fa però incappai nel primo libro della trilogia Gli eliminatori, scritto da uno dei migliori esponenti del fantasy: Brandon Sanderson

Con il romanzo Steelheart, l’autore stravolge la prima regola del genere supereroistico: I supereroi non sono i salvatori, bensì i conquistatori. Pensate se Superman non avesse deciso di proteggere l’umanità, ma piuttosto di conquistarla. Ecco, questo romanzo vi mostra come sarebbe andata.

Tutto inizia con la comparsa di Clamity, una misteriosa stella che dona superpoteri a uomini e donne comuni. Da qui in poi il mondo viene stravolto, e questi nuovi superuomini sottomettono l’umanità dando vita a una vera e propria dittatura. Due anni dopo, David si unisce alla resistenza, intenzionato a trovare vendetta per il suo passato e libertà per la sua razza.

Se avete voglia di una storia particolare, ricca d’azione, con contesto affascinante e stratificato, e scritta da un autore fantasy tra i migliori della nostra generazione, allora questo romanzo è ciò che state cercando!

“Io so meglio di chiunque altro che non verranno eroi a salvarci”

David

  • LO CHIAMAVANO JEEG ROBOT – Film

Il supereroe che ci meritiamo - lo chiamavano jeeg robot

Ne ho già parlato nell’articolo sul Supereroe che ci meritiamo, ma Lo chiamavano Jeeg Robot è un film che merita e necessita più visibilità, specialmente perché si tratta di un’opera italiana!

Dimenticate i supereroi senza macchia e spinti da ideali puri e ammirevoli, questo film racconta una storia tutta diversa e speciale. I personaggi sono sporchi, manchevoli e sconfitti.

Enzo Ceccotti è un ladruncolo disilluso ed egoista, uno sconfitto che ha abbracciato il lato malavitoso e degradato di Roma. La sua storia non parla di atti eroici, ma di una volontà di rivalsa dura e cruda, e lo fa con una potenza emotiva che fa tenerezza e tristezza allo stesso tempo per quanto è reale e riconoscibile in tutti noi. Non vi dirò nulla di più sulla trama, perché ci tengo che la scopriate da voi con il giusto tempo, scena per scena. Godetevi ogni più semplice passaggio di questa storia.

Quest’opera è una perla della cinematografia italiana, l’esempio pratico di come si possono raccontare grandi storie anche nel nostro paese, e di come nel farlo potremmo dare lezioni ad Hollywood su come reinventare un genere.

  • THE LORIAN LEGACY – Romanzi

Da dove partire a parlare della saga The Lorian Legacy? Trovo sempre assurdo che una delle saghe Youg Adult più vendute degli Stati Uniti sia quasi totalmente sconosciuta in Italia. Complice probabilmente una terribile trasposizione del primo romanzo Io sono il numero quattro, questa serie non ha avuto il peso che si sarebbe meritata tra i romanzi per ragazzi.

Nove bambini alieni sono costretti ad abbandonare il loro pianeta natale a causa di un attacco a opera dei Mogadorian, una razza distruttrice. Rifugiatosi sulla terra, dovranno nascondersi fino a quando le loro abilità speciali non si svilupperanno abbastanza da potersi difendere da soli dai loro assalitori, che li seguiranno fin sul nostro pianeta per completare il loro sterminio. Ognuno di loro ha come nome un numero che va da uno a nove, e sono protetti da un incantesimo che impedisce ai Mogadorian di fargli del male, se non nell’ordine corretto.

La premessa di per se è originale, ma lo sviluppo lo sarà ancora di più. Ognuno dei personaggi è caratterizzato in maniera unica, mentre i loro poteri e abilità ricordano parecchio quelli dei più classici gdr dei videogiochi. Partendo dal primo libro fino ad arrivare all’ultimo, il mondo in cui si sviluppa la storia si allarga sempre di più, aggiungendo personaggi, contesto e avvenimenti. Seguire le vicende di quattro e dei suoi amici è un’avventura che mi ha conquistato fin dalla prima pagina.

Probabilmente definirla una saga di supereroi è proprio sull’orlo, ma credo si possa sicuramente annoverare al limite del genere. Personalmente l’ho apprezzata molta, seppur con tutte le caratteristiche di una saga young adult. Se avete visto il film, dimenticatelo, siamo proprio su due pianeti diversi!

Il primo libro è Io sono il numero quattro. Consigliatissimo!

  • MISSFITS – Serie tv

Ultima ma non ultima opera che vi consiglio. Una serie tv che al tempo, quando la scoprii, mi stupii non poco, sia per il coraggio narrativo, sia per la sua capacità di tenermi incollato allo schermo nonostante le premesse.

Un gruppo di adolescenti condannati ai lavori socialmente utili, a causa di piccoli crimini, si trovano nel bel mezzo di una tempesta che dona superpoteri a ognuno di loro, e da qui… il chaos! Davvero, è tutto imprevedibile e assurdo quello che accade dopo l’incipit. I protagonisti sono proprio i tipici amici da evitare: irresponsabili, casinisti, infantili e spesso non particolarmente svegli. Vi assicuro che se gli darete una possibilità vi troverete a guardare qualcosa che vi conquisterà con il suo carisma.

il locandiere consiglia - Missfits

E anche per oggi siamo giunti al termine, Viandanti. Spero che questo tipo di contenuto possa essere utile a farvi scoprire opere meno conosciute, e magari portarvi a compiere qualche viaggio verso nuove storie supereroistiche fuori dagli schemi.

Non ho inserito alcuna storia riguardante il media videoludico, ma facendo mente locale mi sono reso conto che le storie di supereroi che meritano nei videogiochi sono poche e ben conosciute, quindi qualsiasi mia citazione sarebbe risultata superflua.

Ho sicuramente dimenticato qualche opera che avrebbe meritato quantomeno di essere nominata, o magari ce ne sono che non conosco proprio. In quel caso non esitate a consigliarmene altre nei commenti qui sotto, così da ampliare ulteriormente questa carrellata.

Fatemi sapere cosa ne pensate di queste storie, se le conoscevate già o se dopo averle viste le avrete apprezzate quanto me o meno, aspetto le vostre opinioni!

Grazie ancora dell’attenzione Viandanti, al prossimo articolo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...